Visualizza 13–24 di 112 risultati

Filtra per:
  • img-book

    Sir Mark Gwayn Ingwell sta riportando alla luce l’antico abitato di Vinland, a Terranova. Ciò che preme all’anziano archeologo non è dimostrare che i vichinghi colonizzarono le Americhe prima di Colombo, quanto trovare chi li ha cacciati: Nøkken, lo spirito dei fiumi, un’antica e maledetta creatura che soltanto i nativi riuscirono a sconfiggere, secoli prima degli islandesi.


    Codename Nokken di: Uberto Ceretoli 0,99

    Sir Mark Gwayn Ingwell sta riportando alla luce l’antico abitato di Vinland, a Terranova. Ciò che preme all’anziano archeologo non è dimostrare che i vichinghi colonizzarono le Americhe prima di Colombo, quanto trovare chi li ha cacciati: Nøkken, lo spirito dei fiumi, un’antica e maledetta creatura che soltanto i nativi riuscirono a sconfiggere, secoli prima degli islandesi.

     

    “Consigliato sicuramente a tutti coloro che amano le atmosfere lovecraftiane e agli amanti dei viaggi, del mistero e del brivido.”
    (LA KATE DEI LIBRI)
    “L’ambientazione, la storia e i personaggi ricordano molto il mondo di Penny Dreadful: se vi è piaciuta questa serie non potete non amare questo libro.”
    (FANGIRLSAM)

  • img-book

    Uruk, 1890. Eudora, Cacciatrice di Sua Maestà la Regina Vittoria, è incaricata di catturare il barone Victor von Frankenstein, accusato di furti e necrofilia e fuggito da Londra.


    Codex Gilgamesh di: Uberto Ceretoli 9,90

    Uruk, 1890. Eudora, Cacciatrice di Sua Maestà la Regina Vittoria, è incaricata di catturare il barone Victor von Frankenstein, accusato di furti e necrofilia e fuggito da Londra su una nave volante progettata da Leonardo da Vinci. Eudora ha una sola certezza: il dottore vuole riportare in vita l’Esercito degli Immortali di Gilgamesh e lei è l’unica che può fermarlo.

    «Vi offro l’immortalità. Conoscete qualcuno disposto a pagarvi di più per i vostri servigi?» – barone Victor von Frankenstein, Londra, 1890

    “Ogni personaggio è mosso da ideali e obiettivi forti, trasposti con azioni che possono essere più o meno condivisibili, ma che contribuiscono a far calare il lettore nel “punto di vista” del personaggio, addolcendolo e contribuendo a mescolare i ruoli.Ceretoli si conferma una delle migliori penne del panorama italico.” (INFINITIMONDI)

    “Un’opera di portata straordinaria, in grado di miscelare abilmente fantascienza del passato, thriller e horror per offrire un risultato godibilissimo e avvincente.” (LETTERATURA HORROR)

    “E tralasciando le trovate scientifico-meccaniche, che ce ne sono certe di veramente ganze, e tralasciando l’ambientazione vittoriano-steampunk che rende davvero bene, i personaggi sono la parte migliore del libro. Non posso fare a meno di consigliarlo violentemente. Di brutto.” (LA LEGGIVENDOLA)

    “Mi è piaciuto molto lo stile di scrittura di Uberto: ricco di descrizioni dettagliate degli strumenti usati dai personaggi, che sono uno più interessante dell’altro. Mi chiedo cosa accadrà nel prossimo libro perché se questo era già così pieno d’azione e d’avventura, il prossimo sarà una bomba.”(FANTASTICANDO SUI LIBRI)

    “Dietro questo libro c’è un lavoro magistrale di ricerca, di cura del dettaglio che salta all’occhio del lettore dalle primissime pagine. Non si tratta solo di una narrazione ricca di avventura e stimoli, ma di una serie di elementi gestiti con grande abilità.” (CHIACCHIERE LETTERARIE)

    “Vivide le immagini suggerite dalle descrizioni e incalzante il ritmo della narrazione. La trama si sviluppa offrendo intrecci, suspense, emozioni, azione. Leggere questo romanzo è stato come attingere a una fonte dopo aver sofferto la sete.”(ANIMA D’INCHIOSTRO)

     

    Recensione su La Bottega dei Libri Incantati

    Recensione su Letteratura Horror

    Intervista all’autore

    Recensione sul blog di Daniele Picciuti

    Recensione su Demons Of Paper

    Recensione su Laumes’ Journey

    Recensione su Il Flauto di Pan

    Intervista su Demons Of Paper

    Video Recensione su Il Libro Del Martedì

    Intervista su Il Libro Del Martedì

    Recensione su Le Boss dei Libri

    Recensione su Le Passioni Di Brully

  • img-book

    Toro Seduto, Buffalo Bill, Annie Oakley, Whipple Van Buren Phillips: quattro individui straordinari che il Bureau Of Investigation invia a Innsmouth, Massachusetts, per far luce sulla sparizione di due agenti del governo.


    Codex Innsmouth di: Uberto Ceretoli 11,90

    Toro Seduto, Buffalo Bill, Annie Oakley, Whipple Van Buren Phillips: quattro individui straordinari che il Bureau Of Investigation invia a Innsmouth, Massachusetts, per far luce sulla sparizione di due agenti del governo. Quando lo scoveranno, il Male che ha incancrenito il villaggio e i suoi abitanti terrà testa alla potenza del vapore, alla forza dell’acciaio e alla magia dei nativi.

     

    “Non li ha certamente creati Ceretoli, questi quattro bellissimi personaggi. Ma lui è riuscito a riportarli alla nostra memoria e a renderli molto umani, vicini e soprattutto incredibilmente moderni. Li ha resi senza età, senza tempo, immortali una volta ancora.”
    (LA KATE DEI LIBRI)

    “I rapporti tra i personaggi sono ben delineati, e così anche la storia, che segue un filo logico e che ci porta verso gli avvenimenti di Codex Gilgamesh. Nel complesso un’ottima lettura e, detto sinceramente, ne voglio ancora!”
    (THE READING PAL)

  • img-book

    Rocco Costanzo, Angelo Tiraboschi e Gustavo Nicolis sono insegnanti e colleghi presso una scuola di Verona. Nascondono un segreto tremendo: tutti e tre pedofili. Ma quando una domenica pomeriggio Angelo Tiraboschi infrange le regole per soddisfare i propri istinti, uccidendo un ragazzo che si prostituiva, il trio piomba nell’orrore.
    Angelo Tiraboschi è il primo a morire in modo violento e impressionante…


    Codice Infranto di: Fabrizio Valenza 9,90

    Rocco Costanzo, Angelo Tiraboschi e Gustavo Nicolis sono insegnanti e colleghi presso una scuola di Verona. Nascondono un segreto tremendo: tutti e tre pedofili, nel giro di dodici anni hanno violentato e ucciso otto bambini, proteggendosi con un codice di comportamento creato appositamente. Ma quando una domenica pomeriggio Angelo Tiraboschi infrange le regole per soddisfare i propri istinti, uccidendo un ragazzo che si prostituiva, il trio piomba nell’orrore.
    Angelo Tiraboschi è il primo a morire in modo violento e impressionante. La maledizione che l’ultimo giovane assassinato gli ha lanciato prima di spegnersi inizia a mostrare il suo alone di minaccia. E Rocco Costanzo, il leader del gruppo, comincia ad avere degli incubi, nei quali i bambini che i tre hanno seviziato e ucciso tornano a visitarlo…

    “La tematica trattata è molto delicata e spesso il libro è “disturbante” poiché vengono presentate immagini forti, a volte eccessive, mai morbose e inutili, però, sempre intonate con il racconto, il tutto ha un fine ed è un fine importante.” (LETTERATURA HORROR)

    “Un romanzo breve ma concentrato, che non lascia niente al caso” (LA BANCARELLA DEL LIBRO)

    Codice infranto di Fabrizio Valenza, perfetto mix di mystery e supernatural, è un libro che ti s’inchioda alle mani.” (DANILO ARONA)

    “Dopo l’impatto emotivo lasciato dalla lettura del romanzo, questo è il sospetto che resta e che Valenza sembra voler insinuare: diamo troppo facilmente per scontata una normalità che, forse, tanto normale non è.” (L’IDEALE)

    Recensione su LETTERATURA HORROR

    Recensione su IL FLAUTO DI PAN

  • img-book

    Alessandro Alari è un giovane pilota romano della scuderia Speed-Y, in corsa per il titolo mondiale del Grand Race. Durante il Circuito di Roma rimane vittima di un incidente in cui perde entrambe le gambe. Il mondo dei motori è sconvolto, così come tutte le persone vicine al pilota. Solo Alessandro crede che un ritorno alle gare sia ancora possibile, con o senza gambe…


    Crash di: Barbara Poscolieri 12,90

    Alessandro Alari è un giovane pilota romano della scuderia Speed-Y, in corsa per il titolo mondiale del Grand Race. Durante il Circuito di Roma rimane vittima di un incidente in cui perde entrambe le gambe. Il mondo dei motori è sconvolto, così come tutte le persone vicine al pilota. Solo Alessandro crede che un ritorno alle gare sia ancora possibile, con o senza gambe. Inizia quindi un percorso di accettazione e di riabilitazione, supportato dalla fidanzata Federica, dai genitori e dagli amici, con l’obiettivo di riguadagnarsi il posto che merita nella vita e in pista. Ma nel frattempo la Speed-Y ha trovato un nuovo pilota e sembra non credere nel suo recupero. La fiducia di Alessandro vacilla e anche il rapporto con Federica ne risente. Si rifugia quindi nel suo piccolo paese d’origine, dove ritrova la serenità in una vita semplice. Ma il Grand Race invoca il suo nome e, per quanto Alessandro cerchi di ignorarne il richiamo, le corse restano parte di lui.

  • img-book

    Vi è un mondo celato ai nostri occhi, fatto di spiriti e anime erranti. L’antro in cui demoni e peccatori dimorano dalla notte dei tempi. Siamo certi che solo i corrotti ne siano designati? E quale sorte spetta a coloro che finiscono fra le fiamme dell’Inferno?


    Cronache Infernali di: Alexia Bianchini 9,90

    Vi è un mondo celato ai nostri occhi, fatto di spiriti e anime erranti. Non è del Regno dei Cieli che stiamo parlando, ma dell’antro in cui demoni e peccatori dimorano dalla notte dei tempi. Siamo certi che solo i corrotti ne siano designati? E quale sorte spetta a coloro che finiscono fra le fiamme dell’Inferno?
    Demoni, principi maledetti, cacciatori. Tradimenti e passioni si intrecciano fra le pagine di questa storia, tra Terra e Inferi. Nel Bene c’è sempre un po’ di Male, e nel Male è possibile trovare un po’ di Bene?
    A voi l’ardua sentenza.

    “Ottima lettura, scorrevole e scritta molto bene. Colpi di scena, suspense, mistero tutto questo in un libro semplice, poco complesso e per questo molto piacevole. Dialoghi mai banali, originali e fluidi. Una lettura che ti sconvolge per la crudeltà, perché dev’essere così, perché un fantasy/horror deve entrarti dentro, deve marchiarti con forza, deve stupirti e lasciarti con la gola secca per l’emozione e la paura.”(IL RUMORE DEI LIBRI)

    “Consigliato a chi ha voglia di leggere un romanzo diverso dal solito, dove l’animo malvagio conserva sempre una possibilità di redimersi o perlomeno di dubitare che ciò che conosce sia l’unica verità possibile e dove l’amore, un sentimento che dovrebbe essere bandito, germoglia anche nel luogo più arido e inospitale.”(SOGNANDO FRA LE RIGHE)

    “Lo stile di Alexia Bianchini è assolutamente perfetto: poetico ma non pesante, descrittivo ma non prolisso. In poche parole mi ha emozionato come pochi altri libri sono riusciti a fare.”(ATELIER DI UNA LETTRICE COMPULSIVA)

    “Cronache Infernali è un libro che affascina, originale, scritto benissimo con dei bei personaggi.”(LE TAZZINE DI YOKO)

    “La scrittura dell’autrice è molto scorrevole, precisa e ben impostata, il che rende la lettura semplice e leggera, al punto che, nonostante si tratti di leggere di cose spesso macabre, la lettura rimane piacevole.”(LIBRI DI CRISTALLO)

    “Lo stile dell’autrice è semplice e preciso. Le descrizioni di alcune scene sono molto cruente e non ci vengono risparmiati sangue, atrocità e morte, ma stiamo parlando del Signore delle Mosche, quindi non mi potevo aspettare niente di meno. Un romanzo che vi consiglio se amate leggere di demoni e atmosfere infernali.”(BRICIOLE DI PAROLE)

    “In questo quadro per nulla lineare, il mondo degli Inferi risulta assai arricchito da dinamiche e figure ambivalenti, che così strappano la dimora del Diavolo a una raffigurazione altrimenti piatta e priva di consistenza.”(LETTERATURA HORROR)

    “Ho amato tantissimo le descrizioni. A tratti mi è sembrato di vedere l’Inferno e di sentirne le fiamme sulla pelle, così come il buio spettrale della notte che incombe sui cimiteri e tra i vicoli. Sono certa rimarrete ammaliati dalla scrittura di questa autrice.”(Alessia Coppola, autrice di REBIRTH)

    “Ho divorato questa lettura come le fiamme dell’inferno divorano tutte le anime che varcano i suoi cancelli. Consiglio questo romanzo a tutti i lettori appassionati del genere.”(VOGLIO ESSERE SOMMERSA DAI LIBRI)

    “La storia non si censura, è nuda e cruda… nuda come la protagonista e cruda come le scene che non hanno il timore di mostrare sangue e un pizzico di violenza. Un romanzo con azione e scenari da scoprire, gotico, horror, e con un tocco di “dannata” femminilità.”(PECCATI DI PENNA)

    “Nonostante il genere complicato e spesso sottovalutato, il romanzo a mio avviso presenta tematiche forti, celate da situazioni surreali, come: la forza delle donne, la loro capacità di trasformarsi in base alla situazione da affrontare, l’indipendenza da esseri che tentano di sopraffare le menti femminili, la compassione come valore intrinseco, la giustizia, e il giusto peso del bene e del male.”(LIBRI & CULTURA)

    “La storia narrata da Alexia Bianchini è densa, ben scritta e, a tratti, così vivida che sembra di vedere l’Inferno da lei descritto. Un horror, Cronache Infernali, davvero intrigante che gli amanti del genere non possono assolutamente lasciarsi scappare.”(BOOKS WHAT ELSE)

    “Lo stile narrativo della scrittrice è diretto, privo di fronzoli e romanticismo, è nudo e crudo così come la sua immaginazione lo ha pensato. Perciò, miei cari lettori amanti del particolare, non fate i timidi: leggete Cronache Infernali, magari nel cuore della notte, mentre all’Inferno i demoni banchettano con le anime impenitenti.”(DRAGONFLY WINGS)

    “Queste Cronache Infernali restano memorabili, un romanzo che non fa il verso a Lovecraft o a qualsiasi autore classico, una storia originale e ben curata anche nelle scelte di genere. È consolante rendersi conto che le creature descritte dalla Bianchini non si comportano in maniera umana evitandoci la solita storiella fantasy dove la parola demone si sarebbe potuta sostituire con vampiro o qualsiasi altra razza stuprata da Meyer et similia.”(SCRITTEVOLMENTE)

    “Un romanzo che fa riflettere, che sconvolge le credenze sul bene e sul male.”(THE ENCHANTED LIBRARY)

    “Alexia Bianchini, con la sua penna graffiante, in questo romanzo dai toni molto dark, riesce a proiettare un nuovo sguardo al regno dell’oltretomba conferendogli un aspetto sempre più cupo.”(A THOUSAND LIVES)

    “Sono rimasta sorpresa dall’universo inedito proposto dall’autrice, che arriva a stravolgere il folclore noto. Cronache Infernali mi ha conquistata perché coinvolgente e innovativo.”(INSAZIABILI LETTURE)

    “Le capacità di scrittura di Alexia sono notevoli. L’autrice ha creato un nuovo Inferno, una rivisitazione molto originale e intrigante.”(LE LETTRICI IMPERTINENTI)

    “Un libro originale e interessante. Tra passato e presente, mescolando le varie situazioni, tiene il lettore incollato alle pagine per scoprire cosa succederà. Non sto neanche a dire che è scritto benissimo.”(VIAGGIATRICE PIGRA)

  • img-book

    Perché non è mai emersa la verità? La risposta è nell’esistenza di una società senza nome, occulta, che da sempre si occupa di proteggere l’umanità dalla verità nascosta nella menzogna. È noto come Ordine Occulto e io, come pochi altri, ne faccio parte. Siamo i Custodi del Silenzio. Abbiamo il compito di proteggere il mondo dall’orrore annidato negli abissi della Terra.Da tempo immemore, infatti, si teme il ritorno dei Grandi Antichi e qualcosa si è mosso nei recessi delle Tenebre.


    Cthulhu Apocalypse di: Claudio Vergnani, Daniele Picciuti, Pietro Gandolfi, Eleonora Della Gatta, Fabrizio Valenza, 14,90

    Fin dagli albori della storia, l’uomo è stato minacciato da entità mostruose e nascoste, orrori tali da rendere impossibile alla mente umana di sopportarne non solo la vista, ma anche la semplice conoscenza. Tali fenomeni sono tuttavia emersi, nel corso del tempo, attraverso testimonianze spesso travisate. Ma perché non è mai emersa la verità? La risposta è nell’esistenza di una società senza nome, occulta, che da sempre si occupa di proteggere l’umanità dalla verità nascosta nella menzogna di una normalità che va sempre più incrinandosi. Forse qualcuno di voi ne avrà sentito parlare. È noto come Ordine Occulto e io, come pochi altri, ne faccio parte. Siamo i Custodi del Silenzio. Abbiamo il compito di proteggere il mondo dall’orrore annidato negli abissi della Terra.Da tempo immemore, infatti, si teme il ritorno dei Grandi Antichi e qualcosa si è mosso nei recessi delle Tenebre. Qualcosa che noi Custodi attendevamo, pazienti, ma con la speranza di sbagliare, da molto tempo. Perché non è morto ciò che può vivere in eterno.

  • img-book

    I Lunari vogliono prendere possesso della Terra per sfrut­tarne le risorse. Grazie a un cannone, fanno partire un raggio dalla Luna che trasforma gli uomini in zombie.
    I soci del Gun Club, associazione americana di artiglieri con sede a Baltimora, annunciano di aver inventato un cannone – la Columbiad – capace di sparare un proiettile in grado di raggiungere la Luna e fermare il nemico.


    Dalla Terra alla Luna… e Zombie di: Luigi Bonaro 9,90

    I Lunari vogliono prendere possesso della Terra per sfrut­tarne le risorse. Grazie a un cannone, fanno partire un raggio dalla Luna che trasforma gli uomini in zombie.
    I soci del Gun Club, associazione americana di artiglieri con sede a Baltimora, annunciano di aver inventato un cannone – la Columbiad – capace di sparare un proiettile in grado di raggiungere la Luna e distruggere quello dei Seleniti. Mentre i più illustri scienziati discutono la que­stione, da tutto il mondo piovono sottoscrizioni per finan­ziare l’impresa. Michel Ardan, un avventuriero francese, si propone di entrare nel proiettile, offrendosi di diventare così il primo astronauta della storia ma, mentre si prepara­no al lancio, il contagio dei morti viventi continua a espandersi a macchia d’olio, arrivando vicino al luogo in cui la Columbiad sta per celebrare la sua straordinaria im­presa.

    «Luigi Bonaro, con questi strampalati morti viven­ti generati in un certo qual modo dalla Luna, mantiene l’iro­nia di Verne, ne affila il linguaggio tagliente con una bella spol­verata, innesta nuovi avvenimenti sulla trama precedente, lavora di fino a incastro, aggiunge, oltre agli zombie che vorrebbero o dovreb­bero distruggere la Terra, tona­lità steampunk, manipola il tutto e ci consegna un ottimo libro, che sarà per voi un piacere leggere e riscoprire.» (ALDA TEODORANI)

    “Il lancio del proiettile non risponde più al desiderio di superare i limiti e le conoscenze umane, ma alla volontà e al dovere di difendere se stessi. È qui il nuovo concetto di grandioso, di impresa eroica, che ridona la meraviglia al fantastico e l’infinito allo spazio.”(È SCRIVERE)

    “Prendete lo spirito d’avventura di altri tempi, quello delle spedizioni in luoghi sconosciuti e delle imprese gloriose e impossibili, unite l’inquietudine e il senso di angoscia di romeriana memoria e avrete il romanzo di Luigi Bonaro.”(LETTERATURA HORROR)

    “Un esperimento interessante e divertente, destinato soprattutto agli amanti della fantascienza vecchio stampo (e degli zombie): si può leggere anche senza conoscere l’originale ma il confronto con Verne fa apprezzare ancora di più le novità portate da Bonaro.”(IL RECENSORE)

    “L’idea dell’autore mi ha incuriosita molto e nelle scene finali ho provato anche una certa ansia per la riuscita della missione. I protagonisti sono dei personaggi curiosi e stravaganti che sapranno certamente strapparvi anche un sorriso.”(BOOKS PASSION)

    “Ho apprezzato molto il lavoro fatto sul testo e il risultato finito. un consiglio di lettura per chi apprezza Verne ma vuole vedere un nuovo scopo a una delle sue celebri narrazioni.”(SIL-ENTLY ALOUD)

  • img-book

    Dante è il secondo Guardiano della Luce. Un Immortale for­temente legato alla sua terra, l’Italia, dove opera per distrugge­re i Demoni.
    Dopo più di mille anni passati a combattere, trova piacere unicamente nell’arte, nelle sue amanti e, naturalmente, nell’uccidere le Ombre che si aggirano tra gli ignari Mortali. Conosce poco del vero amore; anche in vita era uno spirito libero che combatteva per chiunque gli riempisse le tasche e godeva del sesso quando poteva. Per lui non è cambiato molto da allora, a parte l’aver perso la compassione per la razza umana. Prima di incontrare lei, la sua anima antica igno­rava cosa significasse amare qualcuno più di se stessa.


    Dante di: Jennifer Sage 12,90

    Dante è il secondo Guardiano della Luce. Un Immortale for­temente legato alla sua terra, l’Italia, dove opera per distrugge­re i Demoni.
    Dopo più di mille anni passati a combattere, trova piacere unicamente nell’arte, nelle sue amanti e, naturalmente, nell’uccidere le Ombre che si aggirano tra gli ignari Mortali. Conosce poco del vero amore; anche in vita era uno spirito libero che combatteva per chiunque gli riempisse le tasche e godeva del sesso quando poteva. Per lui non è cambiato molto da allora, a parte l’aver perso la compassione per la razza umana. Prima di incontrare lei, la sua anima antica igno­rava cosa significasse amare qualcuno più di se stessa.
    Giovanna è un’artista. Da cinque anni vive a Roma. Ha smesso di usare il suo vero nome dopo essere sfuggita alla morte e alla distruzione trovate negli antri più tenebrosi dell’anima del marito. Quando finalmente inizia a rilassarsi e ad ab­bracciare una nuova vita, nonostante gli incubi che ancora af­fliggono i suoi sogni, incontra un uomo in grado di cambiare ogni cosa. Ma fatica ad accettarlo per via della macchia che le oscura l’anima. Giovanna non desidera nient’altro che rea­lizzare la sua arte e vivere una vita tranquilla. Finché non in­contra lui. E tutto ciò che credeva di sapere di se stessa inizia a cambiare. Compresi i suoi occhi, che si stanno velando di Om­bre.
    Zaqar, un’anima perduta a cui è stata strappata ogni cosa, cerca di riemergere dalle tenebre. La ragione ha abbandona­to questa creatura celeste. Il sangue cerchia i suoi occhi, una volta limpidi, e fluisce liberamente mentre lui attua la sua vendetta.
    Il Principe era qui agli inizi e sarà qui fino alla fine dei gior­ni. Le sue motivazioni, che al principio erano pure, sono com­pletamente mutate. Lui e il suo destino hanno alterato il corso della storia e di questo mondo.
    Non sapete nulla del vostro mondo. Ma state per conoscerlo.

    ATTENZIONE: ci sono scene di comportamenti sadici nel libro che potrebbero urtare la sensibilità di chi ha subito episodi di violenza domestica. Tale violenza non è tollerata dall’autrice, ma era necessaria per caratterizzare la depravazione dell’antagonista. Il romanzo contiene sia linguaggio esplicito sia scene sessuali che lo rendono inadatto ai lettori di età inferiore ai 18 anni.
  • img-book

    Il mio nome è Cisco Suarez: negromante, incantatore di ombre, fuorilegge della magia nera. Sembra abbastanza fico, vero? Lo era, fino a quando non mi sono risvegliato mezzo morto in un cassonetto.
    Ho detto mezzo morto? Perché intendevo morto al 100%. Non faccio le cose a metà.


    5 di 5
    Dead Man – Il Fuorilegge della Magia Nera Vol I di: Domino Finn 12,90

    Il mio nome è Cisco Suarez: negromante, incantatore di ombre, fuorilegge della magia nera. Sembra abbastanza fico, vero? Lo era, fino a quando non mi sono risvegliato mezzo morto in un cassonetto.
    Ho detto mezzo morto? Perché intendevo morto al 100%. Non faccio le cose a metà.
    Perciò eccomi qui, ancora vivo per una qualche ragione, in un altro giorno assolato a Miami. È un paradiso perfetto, se non fosse che mi sono immischiato in qualcosa di brutto. Ricercato dalla polizia, avvolto dal fetore della magia oscura, con creature dell’Altrove che sbucano da tutte le parti… per non parlare delle gang voodoo haitiane. Credetemi, è tutto molto divertente fino a quando non hai un cane zombie alle calcagna.
    Il mio nome è Cisco Suarez: negromante, incantatore di ombre, fuorilegge della magia nera… e sono totalmente fottuto.

    “Domino Finn è riuscito a creare un personaggio a tutto tondo, in continua evoluzione che non vedo l’ora di ritrovare nei volumi successivi. Uno stile molto scorrevole, pungente al punto giusto e che sa rendersi intenso come solo quello dei grandi autori sa essere.”
    (IL COLORE DEI LIBRI)

    “Una thriller sovrannaturale, con molta azione e magia, dove niente è da dare per scontato. Una lettura piacevole e originale.”
    (VIAGGIATRICE PIGRA)

    “Originalità, magia, un personaggio molto sexy e potente: questi gli elementi vincenti di Dead Man, un fantasy diverso da quelli a cui siamo abituati.”
    (VOGLIO ESSERE SOMMERSA DAI LIBRI)

    “Il mondo inventato dall’autore è spettacolare, una commistione di magia nera e tradizioni folkloristiche provenienti da diversi parti del mondo davvero inusuale. La narrazione poi è scorrevolissima e avvincente. Super approvato!”
    (BRICIOLE DI PAROLE)

    “Domino Finn riesce a catturare immediatamente l’attenzione grazie a un personaggio tratteggiato in modo squisito dai toni sbruffoni e divertenti. Questo primo capitolo è un’ottima carta di presentazione per una serie che potrebbe sfociare in qualcosa di grandioso, perciò prendete e leggetene tutti!”
    (FANGIRLSAM)

    “Era da parecchio tempo che aspettavo di leggere un libro così. Ha tutti i requisiti necessari per essere classificato come un ottimo libro fantasy. Non gli manca nulla: avventura, magia nera e una buona dose di vendetta.”
    (SOGNANDO LEGGENDO)

    “Scelto prettamente per la copertina, ha superato le aspettative alla grande. Gli elementi ci sono: originalità, magia, avventura, sarcasmo. È una novità che spero abbia un gran seguito di lettori perchè li merita tutti.”
    (L’ANGOLO DEI LIBRI)

  • img-book

    Luce è una giovane pittrice, perseguitata da un passato offuscato e doloroso, e dal ricordo sbiadito della madre.
    Decisa a porre fine ai suoi tormenti, aiutata da due amiche, Rita e Mary, intraprenderà un lungo viaggio attraverso il deserto, in cerca della madre. Ma il tragitto non sarà privo di pericoli…


    Delirium di: Ivo Gazzarrini 0,99

    Luce è una giovane pittrice, perseguitata da un passato offuscato e doloroso, e dal ricordo sbiadito della madre.
    Decisa a porre fine ai suoi tormenti, aiutata da due amiche, Rita e Mary, intraprenderà un lungo viaggio attraverso il deserto, in cerca della madre.
    Ma il tragitto non sarà privo di pericoli e fra motel e stazioni di servizio apparentemente silenziosi aleggia una creatura metà donna e metà falena che segue e terrorizza le ragazze in un vortice di violenza, sangue e orrore.

    “Delirium, è horror psicologico che terrà il lettore incollato, stupendolo con continui colpi di scena e accompagnandolo verso un finale tanto stupefacente quanto inaspettato.”
    (THE ENCHANTED LIBRARY)

    “Lo stile di Ivo è visivo, cinematografico, senza indugi. Usa la punteggiatura come se fosse uno stacco di montaggio, creando così un susseguirsi d’immagini che portano a un finale forte e sconvolgente.”
    (NON SOLO GORE/a>)

    “C’è tanta, tantissima violenza e tantissimo sangue. Ma l’horror vero è anche questo. E il concetto viene rafforzato da una serie di fattori come le ambientazioni, i dialoghi e la capacità di tirare le fila del discorso, far quadrare tutto e rendere quello che pareva solo puro delirio la crudele e orrorifica realtà.”
    (LA KATE DEI LIBRI)

    “Ciò che più impressiona in Delirium è il vortice di violenza veloce, durissimo, allucinato in cui i personaggi si trovano coinvolti. Il male, quello vero, viene rappresentato nella sua forma più nuda e cruda.”
    (LETTERATURA HORROR)

    “Violenza, sangue e orrore in abbondanza: un mix perfetto per un racconto perfetto.”
    (LA DAMA DEI LIBRI)

    “Le rivelazioni delle ultime pagine mi hanno lasciato di stucco, facendomi pensare di essere andata fuori strada per gran parte della lettura. Ivo Gazzarrini è dotato davvero di un grande talento.”
    (IL COLORE DEI LIBRI)

    “Varcate le soglie il lettore si trova catapultato all’interno di un cruento road movie che si snoda attraverso scene splatter, famiglie di cannibali, delitti allucinati e passioni non convenzionali.”
    (FILMHORROR)

    “Gazzarrini è un narratore esperto, gioca di continuo con il lettore, spostando di volta in volta l’ottica del racconto, offrendoci sequenze degne del miglior splatter-horror alternate a intime riflessioni dal sapore drammatico.”

    (MARCELLO GAGLIANI CAPUTO)

    “Deliriumtrascina nella sua spirale, in mezzo al vuoto, in mezzo al nulla, e lo popola di molte cattive intenzioni. E questo ci piace.”
    (LA BANCARELLA DEL LIBRO)

    “Un artista italiano che non ha nulla da invidiare ai tanti scrittori americani che popolano le nostre librerie. Lo consiglio vivamente agli amanti di David Lynch.”
    (VALERIA DE LUCA)

    “Delirium è fatto di  adrenalina, paura, ansia, sangue e deliri: vi spiazzerà e stupirà con un finale forte e sconcertante.”
    (MY SECRET DIARY)

    “Un finale che ho apprezzato molto: sfocia in un realismo e in uno sviluppo psicologico che sorprende e fa entrare ancora di più il lettore nell’oscurità celata fra le righe di questo romanzo breve.”
    (SIL-ENTLY ALOUD)

    “Delirium ha il sapore della sabbia del deserto, della paura e del sangue.”
    (CAPRICCI D’INCHIOSTRO)

    “Un libro interessante, scritto molto bene e originale. Lo consiglio a chi cerca una storia diversa, particolare, che faccia anche venire qualche brivido.”
    (VIAGGIATRICE PIGRA)

    “Il finale sorprende e spiazza, prendendo una piega che dà alla storia dei tratti psicologici molto forti.”
    (LEGGENDO ROMANCE)

    “Il ritmo è serrato, i personaggi ben delineati nonostante si sappia poco di loro a livello visivo e descrittivo. Scene brevi, dialoghi pungenti, ricordi che si sommano a ciò che vediamo. Consigliatissimo.”
    (ÈSCRIVERE)

    “Mi sento di consigliare questa lettura a coloro che amano le tinte forti/noir e quel pizzico di sensuale mistero sempre presente nei film di David Lynch. Nella sua semplicità, molto bello e di grande effetto.”
    (INSAZIABILI LETTURE)

    “Un romanzo horror, anche splatter ammettiamolo, scritto con grande maestria, capace di disorientare il lettore per poi prenderlo per mano nel finale. Bello, bello bello.”
    (LE MIE LETTURE)

  • img-book

    Helena è una ragazza affascinata dal lato oscuro della vita e conduce un’esistenza al limite, fra alcol, droga e sesso, attratta senza via di scampo in una spirale discendente di autolesionismo.
    Quando sul suo cammino incontra Stuart, sembra riuscire a trovare nuove espressioni per i suoi desideri estremi.


    Devil Inside di: Pietro Gandolfi 0,99

    Helena è una ragazza affascinata dal lato oscuro della vita e conduce un’esistenza al limite, fra alcol, droga e sesso, attratta senza via di scampo in una spirale discendente di autolesionismo.
    Quando sul suo cammino incontra Stuart, sembra riuscire a trovare nuove espressioni per i suoi desideri estremi. Viene a contatto con gente pericolosa, all’improvviso impossibilitata a comprendere dove finisca la finzione e cominci l’orrore, quello vero.
    Helena è convinta di non temere nulla, ma scoprirà di avere commesso un errore, di avere fatto un passo troppo in là.

    Benvenuti allo show, il grande spettacolo di Devil Inside.“Una lettura orrorifica, action e drammatica insieme. Un viaggio scandaloso.
    (LA KATE DEI LIBRI)
    Pietro è molto bravo nel gestire una protagonista femminile. Il romanzo scorre come sangue nelle vene e ti arriva dritto al cuore, spezzandotelo come una mela marcia.
    (NON SOLO GORE)
    Ancora una volta a contraddistinguere il testo del Gandolfi è la cattiveria e la totale libertà di scrittura che lo scrittore utilizza per raccontare una vicenda sempre al limite.
    (LETTERATURA HORROR)
    Una volta iniziata la lettura di Devil Inside il lettore si troverà catapultato in uno scenario cupo di perversioni, crudeltà e misteri, un mondo in cui nessuno è innocente, e non potrà fare a meno di continuare fino alla parola fine.
    (FILMHORROR)
    Pietro Gandolfi è un scrittore molto valido. Continuerò a leggere le sue opere, perché mi affascinano, mi inquietano, mi inebriano di orrore.
    (VALERIA DE LUCA)
    Devil Inside… orrore allo stato puro! Ho apprezzato tantissimo la censura inesistente, la crudeltà, la malvagità e la perversione con cui è scritto l’intero racconto.
    (MY SECRET DIARY)
    Senza tanti fronzoli l’autore propone l’incarnazione del maligno nella sua duplice forma, sia fisica che interiore. Una narrazione che spaventa pagina dopo pagina, che sferra delle dolorose pedate nello stomaco da cui non è possibile difendersi.
    (LA BANCARELLA DEL LIBRO)
    Lo stile dello scrittore scava nella perversione umana tirando fuori situazioni scioccanti e impressionanti.”
    (VIAGGIATRICE PIGRA)