Ritorno a Dunwich (50)
Vedi il carrello “Eden – The shadow Gate” è stato aggiunto al tuo carrello.

Visualizza 13–24 di 50 risultati

Filtra per:
  • img-book

    Quattordici racconti che si snodano nel mondo del fantastico, tra horror e fantascienza con tocchi di urban fantasy. Incontreremo alieni che conducono il telegiornale, un uomo afflitto da un mal di testa molto particolare, un artista americano che dipinge con i gessetti colorati opere d’arte dagli strani poteri…


    Fuori è Buio di: Eleonora Della Gatta 9,90

    Quattordici racconti che si snodano nel mondo del fantastico, tra horror e fantascienza con tocchi di urban fantasy. Incontreremo alieni che conducono il telegiornale, un uomo afflitto da un mal di testa molto particolare, un artista americano che dipinge con i gessetti colorati opere d’arte dagli strani poteri. C’è un veterinario che custodisce un segreto terribile che lo porterà sulla soglia della follia, un bambino curioso che ficca il naso dove non dovrebbe, una divinità indù che sta preparando la distruzione di tutta l’umanità e non solo, una donna con il pollice verde il cui amore per le piante si spinge oltre ogni limite, un automobilista sfortunato che incappa negli abitanti di un piccolo paesino del sud che lo coinvolgeranno in una particolare processione. Questo e molto altro nei quattordici racconti della raccolta FUORI È BUIO.

     

    “Leggetelo perché non solo è piacevole e di compagnia ma ha un horror diverso, più ricercato in alcuni casi, che vi farà comunque guardare un cane o un albero diversamente, vi farà seguire con sospetto il telegiornale della sera o il vestito per il carnevale e di sicuro renderà più avvincente la vostra prossima visita a Castel del Monte. Ah, e non dimenticate di restituire i libri in biblioteca, oltre che simbolo di buona educazione potrebbe salvarvi la vita.”
    (SIL-ENTLY ALOUD)

    “L’autrice crea in ogni storia qualcosa di diverso e particolare. I racconti sono a sé stanti ma intrecciati da una spirale di terrore e attrazione che coinvolge il lettore fino all’inesorabile fine. Una raccolta di racconti che merita sicuramente una lettura!”
    (FANTASY PLANET)

  • img-book

    Il volume raccoglie due terrificanti racconti  DELIRIUM e DEVIL INSIDE


    Grindhouse Vol. I di: Ivo Gazzarrini, Pietro Gandolfi, 9,90

    DELIRIUM: Luce è una giovane pittrice, perseguitata da un passato offuscato e doloroso, e dal ricordo sbiadito della madre. Decisa a porre fine ai suoi tormenti, aiutata da due amiche, Rita e Mary, intraprenderà un lungo viaggio attraverso il deserto, in cerca della madre. Ma il tragitto non sarà privo di pericoli e fra motel e stazioni di servi­zio apparentemente silenziosi aleggia una creatura metà donna e metà falena che segue e terrorizza le ragazze in un vortice di violen­za, sangue e orrore.

    DEVIL INSIDE: Helena è una ragazza affascinata dal lato oscuro della vita e conduce un’esistenza al limite, fra alcol, droga e sesso, attratta senza via di scampo in una spirale discendente di autolesionismo. Quando sul suo cammino incontra Stuart, sembra riuscire a trovare nuove espressioni per i suoi desideri estremi. Viene a contatto con gente pericolosa, all’improvviso impossibilitata a comprendere dove finisca la finzione e cominci l’orrore, quello vero. Helena è convinta di non temere nulla, ma scoprirà di avere commes­so un errore, di avere fatto un passo troppo in là. Benvenuti allo show, il grande spettacolo di Devil Inside.

  • img-book

    La magia nera ha una pessima reputazione. Fidatevi di me. Quando le persone mi vedono, non vedono Cisco Suarez, vedono un farabutto. Un incantatore di ombre. Un fuorilegge della magia nera.
    Magari hanno ragione. Magari tutto quello che tocco appassisce e muore. Ma questo non dà il diritto a un team SWAT di entrare nel mio rifugio con le armi spianate.
    Da non crederci.


    Heart Strings – Il Fuorilegge della Magia Nera – Vol. III di: Domino Finn 14,90

    La magia nera ha una pessima reputazione. Fidatevi di me. Quando le persone mi vedono, non vedono Cisco Suarez, vedono un farabutto. Un incantatore di ombre. Un fuorilegge della magia nera.

    Magari hanno ragione. Magari tutto quello che tocco appassisce e muore. Ma questo non dà il diritto a un team SWAT di entrare nel mio rifugio con le armi spianate.

    Da non crederci. Qualche danno collaterale al municipio e di colpo ti ritrovi a essere il nemico pubblico numero uno.

    Ma ora anch’io mi sono dato un po’ alla politica. Ho persino il mio poster da ricercato. Quiz a sorpresa: chi è più pericoloso? Un mago cospiratore, un elementale vulcanico o un politico corrotto di Miami?

    La risposta potrebbe sorprendervi perché neanch’io me la aspettavo.

  • img-book

    I Casi Misteriosi di Pekin Dewlap – Libro Primo

    Pekin Dewlap non vede fantasmi da quando ha compiuto dodici anni, ma farebbe qualsiasi cosa per rivivere quell’esperienza. Dare vita a un’attività di acchiappafantasmi con i suoi due migliori amici – Amber e Scout – le sembra il modo perfetto per raggiungere il suo obiettivo. Naturalmente giocare con gli spettri non è in cima alla loro lista dei desideri, perciò Pekin dovrà fare un po’ di pressioni per convincerli a salire a bordo.


    Sfoglia la lista dei desideri
    Il Fantasma di Elmwood Manor di: Pamela McCord 14,90

    Pekin Dewlap non vede fantasmi da quando ha compiuto dodici anni, ma farebbe qualsiasi cosa per rivivere quell’esperienza. Dare vita a un’attività di acchiappafantasmi con i suoi due migliori amici – Amber e Scout – le sembra il modo perfetto per raggiungere il suo obiettivo. Naturalmente giocare con gli spettri non è in cima alla loro lista dei desideri, perciò Pekin dovrà fare un po’ di pressioni per convincerli a salire a bordo.
    Una volta assunti, Pekin e i suoi amici si troveranno in guai grossi, nel tentativo di risolvere la scomparsa della quattordicenne Miranda Talbert. Miranda è svanita nel nulla nel 1918 e il suo spirito ha vagato per i corridoi di Elmwood Manor per più di cento anni.
    Nel corso della ricerca, mentre scopre i suoi sentimenti per Scout e si ritrova a consolare una terrorizzata Amber, Pekin viene aggredita da uno spettro furioso. I Ghosty saranno in grado di aiutare Miranda o l’attività di Pekin è destinata a morire prima che i ragazzi risolvano il mistero?

  • img-book

    Secondo romanzo della serie horror Il Ciclo di Aracnia. Sono trascorsi alcuni anni da quando la città di Revel è stata messa a ferro e fuoco dagli uomini del Tribunale e il cacciatore di giganti, Charles MacDermhott, ha ormai scelto di isolarsi dal resto del mondo. L’inaspettato arrivo di un manipolo di uomini provenienti da Virge City lo costringerà, tuttavia, a riprendere le armi.


    Il Pozzo delle Tenebre di: Claudio Vastano 11,90

    Secondo romanzo della serie horror Il Ciclo di Aracnia. Sono trascorsi alcuni anni da quando la città di Revel è stata messa a ferro e fuoco dagli uomini del Tribunale e il cacciatore di giganti, Charles MacDermhott, ha ormai scelto di isolarsi dal resto del mondo. L’inaspettato arrivo di un manipolo di uomini provenienti da Virge City lo costringerà, tuttavia, a riprendere le armi. I messi si presentano come inviati dell’Emporio, una piccola comunità di sopravvissuti che abita all’interno del vasto labirinto sotterraneo della città. La loro intenzione è quella di ingaggiare MacDermhott affinché li aiuti a raggiungere un luogo leggendario situato nel cuore stesso della metropoli: il Pozzo delle Tenebre. Là, circondato dai cunicoli dei mostruosi ragni-botola, potrebbe infatti trovarsi l’unico uomo a conoscenza di un modo per scongiurare l’estinzione del genere umano. Per il cacciatore di giganti è l’inizio di un viaggio disseminato di pericoli letali ed enigmi che sembrano affondare le radici nel suo stesso, oscuro passato. E chi è la misteriosa donna alla guida dei predoni che dimorano nel sottosuolo? E cosa si nasconde, in realtà, oltre i campi delle sabbie che nessun uomo è mai riuscito a oltrepassare?

  • img-book

    La favolosa Hollywood degli anni ’30 si tinge di horror per un contagio ripugnante che si propaga grazie alla promiscuità dell’ambiente cinematografico. Le vittime mostrano un crescente bisogno di sangue, insieme a disturbi della personalità e bizzarri effetti collaterali…


    L’Estate Segreta di Babe Hardy di: Fabio Lastrucci 9,90

    La favolosa Hollywood degli anni ’30 si tinge di horror per un contagio ripugnante che si propaga grazie alla promiscuità dell’ambiente cinematografico. Le vittime mostrano un crescente bisogno di sangue, insieme a disturbi della personalità e bizzarri effetti collaterali.

    Potrebbe mai trattarsi di vampirismo?

    Lo sperimenteranno loro malgrado Oliver Hardy e Stan Laurel, trascinati in un incubo che coinvolge illustri colleghi – la “fidanzata d’America” Mary Pickford, l’atletico Douglas Fairbanks Sr. e Bela Lugosi – in una doppia vita da tenere nascosta alla legge, ai giornali e soprattutto al sinistro dottor Rainer Von Herb.

    Tra pedinamenti notturni, profanazioni di tombe, sparizioni e ricatti sventati, le disavventure di Laurel e Hardy attireranno le indagini di un cocciuto tenente di polizia. Il duo incrocerà occultisti dispeptici e truffaldini, criminali di mezza tacca, cacciatori di vampiri e il terribile patriarca Arthur Jefferson, venuto dall’Inghilterra per restituire Stan Laurel al teatro.

    L’azione si mescola all’umorismo nero in una black comedy che omaggia i miti del cinema attraverso una narrazione rapida e vivida.

    Come la finzione del grande schermo, tutto si rivelerà molto diverso da ciò che appare. La spiegazione di ogni cosa giungerà in un convulso faccia a faccia con l’unico uomo a Los Angeles che conosce la vera natura del clan dei “notturni”.

     

    “L’opera è un miscuglio di noir e gotico, con tagli scenografici di pellicola che donano al tutto un tono mistico di cinematografia, e la trovata è riuscitissima per un romanzo che parla proprio di grande schermo. La figura del vampiro, così inflazionata nella modernità artistica, viene ripresa sotto forme diverse, e questo è già un pregio.”
    (THE HIPSTER)

    “Mettetevi comodi davanti allo schermo, sulle vostre poltroncine impregnate di fumo e ricordi, versatevi dello scotch e lasciatevi trasportare dalla magia degli anni Trenta. Questa è la storia più originale che i vostri incubi potranno accogliere.”
    (IL FLAUTO DI PAN)

    “Mostrare come certe persone famose si muoverebbero all’interno di uno scenario alternativo, ma senza perdere nessuna delle loro caratteristiche che li hanno resi celebri, è una bella sfida, superata alla grande da Lastrucci, che per altro ha un modo di narrare fluido e divertente.”
    (LA BIBLIOTECA DI BABELE)

    “Con una narrazione scorrevole dal sapore di altri tempi l’autore crea uno scenario particolareggiato a cui non fa mancare niente. Un libro con una storia che si macina in brevissimo e che lascia con la voglia di tornare indietro nel tempo per unirsi all’allegra combriccola di comici alle prese con i loro strani sintomi e la loro sete insaziabile…”
    (LA BANCARELLA DEL LIBRO)

    “L’autore è stato molto abile a ricreare questo mondo patinato, e con una penna quasi registica ci riporta a quegli anni. La scrittura di Fabio Lastrucci cattura come un pittore che dà diverse pennellate alla sua tela, creando uno stile unico ricco di diverse sfumature.”
    (IL PORTALE DEI LIBRI)

    “L’Estate Segreta di Babe Hardy è una storia fatta di illusioni, in costante bilico tra realtà e finzione, tra le luci e le ombre sullo schermo e quelle che popolano il mondo reale.”
    (LETTERATURA HORROR)

    “Fabio Lastrucci confeziona un romanzo godibile, nel quale si riesce a entrare in quel mondo in bianco e nero che era il cinema di allora. Una lettura che merita.”
    (NERO CAFÈ)

    “Ho apprezzato moltissimo la caratterizzazione dei personaggi che, nonostante siano molteplici, sono distribuiti in modo molto armonioso nell’intero libro, si susseguono con rapidità ma lasciano il segno. Si susseguono scene veramente esilararti (mi hanno strappato anche qualche risata) a scene che incarnano alla perfezione lo stile thriller: ricche di suspense e colpi di scena.”
    (APRI LE PORTE DELLA FANTASIA)

    “Il romanzo è scritto con uno stile maturo, fluido e accattivante. Nessun errore né imprecisione e una buona padronanza linguistica, con un linguaggio adatto anche al periodo in cui è ambientata la vicenda.”
    (IL FORZIERE DEI LIBRI)

    “Un piacevole fantasy che guarda in maniera realistica il mondo del cinema. Un bellissimo romanzo dalle tematiche originali.”
    (SCRITTEVOLMENTE)

    “L’Estate Segreta di Babe Hardy è in bilico fra le due anime, la risata e il brivido, che prendono temporaneamente il timone in diversi momenti della storia. È un romanzo divertente e scorrevole, ben costruito e impregnato delle atmosfere e i fumi di Hollywood.”
    (IL POZZO E LO STRANIERO)

    “L’Estate segreta di Babe Hardy è un mix di molti generi da cui l’autore ha saputo prendere gli elementi migliori: il mistero e il paranormale dell’horror, le atmosfere pulp tipiche dei polizieschi e, perché no, alcuni dettagli degni di un buon romanzo di fantascienza. Lastrucci non solo ha saputo rendere giustizia a personaggi realmente esistiti e all’epoca in cui hanno operato e vissuto, ma ha conferito loro un tocco in più, una tridimensionalità che li ha resi più veri.”
    (MR. BATES, HOW’S YOUR MOTHER?)

    “I pregi del libro sono facili da enumerare: la caratterizzazione perfetta dei due protagonisti, attentamente ricalcati sui personaggi reali e ritratti con rispetto ma anche con profondo affetto, l’atmosfera degli ambienti del cinema degli anni ’30, narrati con scrupolosa attenzione ma senza negarsi lo humour sottile di chi li rimette in scena a un secolo o quasi di distanza.”
    (ALIA EVOLUTION)

    >“Il romanzo, composto da intense e veloci scene, non solo si fa leggere con piacere, ma procede con un proprio, quasi musicale, andamento. Non c’è momento morto, né tensione tirata troppo per le lunghe. Lastrucci sa quando e come far trattenere il fiato, quando e come far adagiare personaggi e lettori su un divano a riposare sorseggiando un drink.”
    (LIBERI DI SCRIVERE)

    “La coraggiosa scelta di Lastrucci non solo rappresenta una novità nel panorama della letteratura vampiresca, si tratta di una delle rare parodie horror capaci davvero di divertire e spaventare.”
    (<IL BLOG DEL CATAFALCO)

    “Una black comedy  che mescola realtà e fantasia, condita di elementi gotici e caratteristiche che non potranno non richiamare alla mente del lettore il Dracula di Stoker. Un pizzico di satira politica e uno di mistero, fantasia quanto basta: ecco la ricetta per un romanzo vincente.”
    (ROMANCE & FANTASY FOR COSMOPOLITAN GIRLS)

    “È un’opera colma di nostalgia ma non è solo per nostalgici. Un romanzo consigliatissimo non solo a chi ama l’horror o la commedia nera, ma a chiunque voglia (ri) scoprire un’epoca che non dovrebbe mai essere dimenticata.”
    (SILVERFISH IMPERETRIX)

    “Consiglio moltissimo questo libro. Forse non ai fedeli dei vampiri vecchio stampo, ma diamine se lo consiglio.”
    (LA LEGGIVENDOLA)

  • img-book

    Nuovo Ordine Morale. Una feroce dittatura militare. Un nuovo sistema carcerario estremo in cui le Cisterne rappresentano il terribile strumento per una radicale epurazione della società.


    La Cisterna di: Nicola Lombardi 9,90

    Nuovo Ordine Morale. Una feroce dittatura militare. Un nuovo sistema carcerario estremo in cui le Cisterne rappresentano il terribile strumento per una radicale epurazione della società.
    Giovanni Corte, giovane pieno di speranze, conquista l’ambito ruolo di Custode della Cisterna 9, nella quale dovrà trascorrere un anno. E comincia così per lui un cammino – inesorabile, claustrofobico, allucinante – lungo gli oscuri sentieri dell’anima umana, verso il cuore buio di tutti gli orrori che albergano fuori e dentro ciascuno di noi.

    “Il genere a cui possiamo ascrivere La Cisterna forse è il postapocalittico, ma non renderebbe giustizia alla complessità della storia raccontata dall’autore romagnolo che riesce a incutere paura e timore senza spargimenti di sangue, ma con il semplice utilizzo della parola e dell’immaginazione. Un vero capolavoro.”
    (LETTERATURA HORROR)

    “Un horror psicologico, che scava nelle paure più profonde. Una trama avvincente che lascia il lettore con il fiato sospeso pagina dopo pagina. Entrerà sicuramente nella mia Top Ten del 2015.”
    (LIBRO FATATO)

    “La cisterna diviene il simbolo della burocratizzazione dell’emotività. L’altare dell’olocausto ai danni dell’empatia. Un altare velato dai sussurri della claustofobia e della paranoia.”
    (BEATI LOTOFAGI)

    “La Cisterna è un’opera nel suo genere magistrale, che attraverso un tema fantascientifico-catastrofico riesce a risultare del tutto credibile attraverso una voce italiana. Una sfida completamente vinta da Nicola Lombardi, un libro che ha il pregio di rimanere impresso nella mente, costringendo il lettore a notti tormentate.”
    (INKBOOKS)

    “Una lettura consigliata e non solo per le notti insonni che ci farà trascorrere rivivendo i cupi orrori che da essa trasudano, quanto per le domande che questo romanzo ci costringe a porci. Una fra tutte: siamo sicuri di non vivere già rinchiusi in una gigantesca Cisterna, metafora di una società che giorno dopo giorno ci ha “addomesticato” a una vita routinaria, tesa soltanto alla propria sopravvivenza?”
    (HORRORMAGAZINE)

    “L’atmosfera è cupa sin dalle prime pagine e ho apprezzato molto il modo in cui l’autore crea e dipinge situazioni, descrivendole minuziosamente, ma senza renderle pesanti. Mi sarei aspettata di tutto, tranne che la storia si concludesse in questo modo. Leggendo il libro capirete anche voi.”
    (LIBRI DI CRISTALLO)

    “Lombardi non ci lascia tregua e ci insegue, pagina dopo pagina, reclama attenzione e respiri strozzati. Ci obbliga a ricordare orrori recenti, dolori mai sopiti, vergogne dell’umanità. E ci lascia lì, sospesi in mezzo alle parole, in una atmosfera dai colori seppiati, l’odore di nebbia e di fumo, il silenzio atroce rotto solo dal rumore degli scarponi contro il metallo della struttura.”
    (LA KATE DEI LIBRI)

    “L’atmosfera che si respira tra le pagine riporta alla mente gli scenari descritti da Orwell nel suo 1984. Quella di Nicola Lombardi è una penna che solca graffi profondi che raggiungono le viscere e mettono radici nelle nostre paure più profonde, nella nostra umanità dimenticata. Avrete pietà o vi lascerete arruolare dal NOM?”<
    (IL FLAUTO DI PAN)

    “Il male, la sofferenza, il dolore… ogni cosa sembra prendere vita, avvolgendo il lettore in un vortice di sensazioni.”
    (MY SECRET DIARY)

    “Nicola Lombardi ci guida in un percorso pieno di ombre con una maestria che mi ha impressionato. Consigliatissimo!”
    (IL BIANCO E IL NERO)

    “Originale, coinvolgente, un horror psicologico che merita di essere letto. Consigliatissimo.”
    (VOGLIO ESSERE SOMMERSA DAI LIBRI)

    “Nicola Lombardi si è rivelato una sorpresa autentica, uno scrittore che non si mostra solo come un grande autore di genere, ma come uno straordinario costruttore di mondi e realtà.”
    (PQ EDITOR)

    “Una trama straordinariamente innovativa e capace di intrigare anche il più annoiato dei lettori.”
    (LUSMORE’S BOOKS)

    “Trovo La Cisterna veramente efficace per la sua capacità di descrivere situazioni, dai toni cupi e drammatici, inserite in un ambiente estremamente limitato, senza tuttavia rendere la lettura né soffocante né claustrofobica.”
    (THE OBSIDIAN MIRROR)

    “Mi è piaciuto molto lo stile di Lombardi, fluido e preciso, descrive esattamente quello che vuole che il lettore veda senza troppi giri di parole. L’ambientazione è assolutamente originale ed è una cosa apprezzabilissima di questi tempi.”
    (IL CLUB DELLE LETTRICI COMPULSIVE)

  • img-book

    Raccolta di trenta racconti horror selezionati in un contest letterario in occasione dell’omonimo Festival del Cinema artigiano, macabro e rurale tenuto presso La Serra di San Miniato (PI).


    La Serra Trema di: Autori Vari 9,90

    La Serra Trema è una raccolta di trenta racconti horror selezionati in un contest letterario in occasione dell’omonimo Festival del Cinema artigiano, macabro e rurale tenuto presso La Serra di San Miniato (PI). Trenta scrittori si sono cimentati in brevi storie dell’orrore dai contorni splatter, dominate da atmosfere cupe e inquietanti. Il regno del macabro è qui, siete pronti per varcarne la soglia?

  • img-book

    Seconda avventura nel territorio oscuro de “La Serra Trema”.

    Venticinque nuovi racconti che trascineranno il lettore in un universo da Incubo.


    La Serra Trema 2 di: 9,90

    Seconda avventura nel territorio oscuro de “La Serra Trema”.

    Venticinque nuovi racconti che trascineranno il lettore in un universo da Incubo.

  • img-book

    La Bara è una GTO del ‘67. Come una tomba aperta, è affamata di morte. Vic Tamberlyn vi si è suicidato dentro. Suo figlio Kurt vi è morto asfissiato. Forse non c’è nessuna connessione, ma il migliore amico di Kurt, Johnny Breede, non ne è convinto. Comincia a notare degli oscuri segnali, sicuro che sotto la pelle della Bara batta un cuore nero e terribile…


    Long Black Coffin di: Tim Curran 14,90

    La Bara è una GTO del ‘67. Come una tomba aperta, è affamata di morte. Vic Tamberlyn vi si è suicidato dentro. Suo figlio Kurt vi è morto asfissiato. Forse non c’è nessuna connessione, ma il migliore amico di Kurt, Johnny Breede, non ne è convinto. Comincia a notare degli oscuri segnali, sicuro che sotto la pelle della Bara batta un cuore nero e terribile. Ma è persino peggio di quanto possa immaginare. Perché la Bara ha una storia. E quella storia condurrà Johnny in una ragnatela di omicidi, follia e perversioni sessuali. Verrà a conoscenza di orribili segreti di famiglia che collegano una serie di bambini scomparsi a un male primordiale che vive nell’auto sotto forma di una sadica ragazza adolescente. Una ragazza la cui madre era umana, ma il cui padre era tutt’altro…

     

    Long Black Coffin è un romanzo disturbante e perverso che mi ha tenuta sveglia fino a notte fonda. Mr. Curran ci sa fare con le parole e sembra avere una bacchetta magica per la prosa. (I HEART READING)

    Curran fa un ottimo lavoro nel narrare la storia dal punto di vista di Johnny. Rende i personaggi estremamente realistici e ricchi di spessore. Il fatto che ci siano dei brividi lungo la via rende la lettura ancora più divertente. (INTO THE MACABRE)

  • img-book

    Ritroviamo i due personaggi come perplesse guardie del corpo di un professore – tal Franco Brandellini – in visita presso una specie di Disneyland lovecraftiana sulle coste del Massachusetts: una Innsmouth farlocca dove i turisti assistono a finti rituali e vagano sghembe comparse camuffate da uomini pesce. Possibile che sotto il velo della mascherata ci sia qualco­sa di vero? O anche questo rientra nel gioco di specchi e di nebbia di una situazione continuamente cangiante, dove le cer­tezze sembrano slittare come i piedi sull’umidore della costa?


    Lovecraft’s Innsmouth di: Claudio Vergnani 11,90

    «A volte ci si muove in un territorio vago», disse il professo­re. «Pieno di nebbia. Una nebbia fitta, che rende ciechi, che as­sorbe ogni rumore e fa perdere l’orientamento. Ecco, a Inn­smouth noi ci muoviamo in quella nebbia. Non sappiamo niente di ciò che vi si nasconde dentro. Intuiamo qualcosa. E quel qualcosa intuisce a sua volta la nostra presenza.» Prese la saliera e la posizionò a capotavola. «Questi siamo noi», spiegò. «Per trovare ciò che cerchiamo dobbiamo avanzare in quella foschia.» Spostò la saliera in avanti. Poi mise un bicchiere nel centro. «Questa è Innsmouth. Quella vera. È tutto ciò che noi possiamo vedere. Ma è anche ciò che gli altri possono vedere.» Posizio­nò il con­tenitore del pepe all’altro capo della tavola. «Ecco, questi sono… loro. Noi avanziamo in mezzo alla nebbia, verso Innsmouth. Ma naturalmente così facendo po­tremmo finire per segnalare la nostra posizione. Allora forse sarebbe più saggio rimanere fermi.» Riportò la saliera al punto di partenza. «Ma anche questa scelta non è priva di pericoli. Rimanendo fermi saremmo un bersaglio facile da inquadrare. E allora forse sarebbero loro ad attraversare quella nebbia per raggiungerci.»
    Assistetti inquieto alla marcia del pepe verso di noi.
    Scese il silenzio. La superficie del tavolo sembrava veramente svaporare in una caligine indistinta. Dovetti sbattere due o tre volte le palpebre per fugare quella sensazione.

     

    “Conosco alcuni dei temi affrontati da Lovercraft,  ma in questo romanzo viene fuori tutto il talento dell’autore. L’atmosfera è degna di un film horror, ma un horror che fa venire la pelle d’oca per le sensazioni e le emozioni, non per il gusto dell’orrido.”
    (SOGNO TRA I LIBRI)

    “Claudio Vergnani è un autore di cui non potrete più fare a meno.”
    (NON SOLO GORE)

    “Vergnani è stato bravo a sfruttare il background per creare una storia originale che tuttavia ti trasporta nelle stesse sensazioni e disperazioni lovecraftiane, mantenendo l’unicità dei personaggi e delle situazioni in cui si vengono a trovare.”
    (L’IMPERTINENTE FLO)

    “Che conosciate Lovecraft o che non lo conosciate, che conosciate le precedenti opere di Vergnani o che non le conosciate, che abbiate letto la novella o che non l’abbiate letta, fatevi un regalone: comprate questo romanzo.”
    (LA KATE DEI LIBRI)

    “Una storia originale, scorrevole e interessante, scritta davvero bene. Che aspettate a buttarvi in quest’avventura?”
    (VIAGGIATRICE PIGRA)

    “Lovecraft’s Innsmouth è una terapia d’urto che sarebbe molto utile prescrivere, anche come TLO (Trattamento Letterario Obbligatorio), a coloro che ritengono che in Italia non si sappia fare letteratura di genere.”
    (SILVERFISH IMPERETRIX)

    “Senza scimmiottare lo stile di HPL, Vergnani gioca col suo inconfondibile tratto, ricavando una storia che si regge su un doppio trampolo: quello dei già citati protagonisti – in gran forma – e quello della trama, che riserva un bel po’ di sorprese.”
    (PLUTONIA EXPERIMENT)

    “Lovecraft’s Innsmouth è un page turner e questo è merito sia di una trama ben pensata e incastrata sia di una scrittura fluida e precisa, che alterna momenti di spassosa comicità a punti in cui la tensione si impenna e ti coinvolge fino ad arrivare all’orrore vero e proprio.”
    (LETTURE PERICOLOSE)

    “Vergnani è riuscito a calibrare molto bene horror e divertimento dando brio a una storia che cattura subito l’attenzione del lettore.”
    (PENNA D’ORO)

    “Vergnani mi ha davvero colpita. Riesce a delineare bene ogni luogo e a caratterizzare tutti i suoi personaggi.”
    (PECCATI DI PENNA)

    “Il pantheon lovecraftiano rivela per mano di Vergnani qualcosa di definitivo e originario.”(INDICE DI LETTURA)

    “Lovecraft’s Innsmouth è il romanzo da leggere se si è amanti di Lovecraft o se si ha bisogno di una sempre sana scarica di adrenalina.”
    (PAPER MOON)

    “Lo slogan lovecraftiano Fear of the Unknown è il motore di fondo del romanzo. Quali verità inimmaginabili si nascondono dietro le apparenze di Lovecraft’s Innsmouth? Vergnani ce le snocciola con il suo stile inconfondibile, dinamico e irriverente ma allo stesso tempo accurato e evocativo.”
    (IL LIBRO DEL MARTEDÌ)

    “La forza di questo romanzo poggia soprattutto sui personaggi, confezionati talmente bene da sembrare reali, e una prosa meravigliosa. Signori miei, siamo di fronte al miglior libro uscito nel 2015. Da leggere assolutamente.”(SCHELETRI)

    “Alla fine di questo rollercoaster, la semplice verità è che leggere Lovecraft’s Innsmouth diverte. Non si vede l’ora di voltare la pagina per scoprire la prossima battuta di Vergy, la prossima azione di Claudio… non è nemmeno merito dell’umorismo soltanto, è il modo con cui i mostri, gli eroi e l’ambientazione finiscono assieme, senza alcuna forzatura.”
    (CRONACHE BIZANTINE)

    “Claudio Vergnani ci regala uno scorcio horror da maestro, con uno stile pulito e modulato che non annoia mai. Una penna invidiabile.”
    (DRAGONFLY LITERARY BLOG)

    “Claudio e Vergy sono figure impagabili nel loro disincanto, nella loro costante demolizione del mito. Lettura fortemente consigliata.”
    (BABETTE BROWN LEGGE PER VOI)

    “Lovecraft’s Innsmouth è quasi un affresco del moderno sentire sociale, più che un romanzo d’avventura.”
    (BOOK AND NEGATIVE)

    “La miscela di horror, avventura e umorismo è qualcosa di esplosivo, un approccio quasi rivoluzionario. Una lettura che disinnesca il genere innalzandolo.”
    (IYEZINE)

  • img-book

    1971. Un paese di provincia viene sconvolto da uno straziante fatto di sangue. Leonina, in preda a un delirio mistico, rapisce da un asilo dodici bambini e li conduce in una desolata località appenninica. Là, nel cuore di un bosco, tenta di portare a compimento il suo folle progetto…


    Madre Nera di: Nicola Lombardi 14,90

    1971. Un paese di provincia viene sconvolto da uno straziante fatto di sangue. Leonina, in preda a un delirio mistico, rapisce da un asilo dodici bambini e li conduce in una desolata località appenninica. Là, nel cuore di un bosco, tenta di portare a compimento il suo folle progetto…
    Oggi. Un professore di lettere, un pittore e due gemelle vengono convocati a un misterioso appuntamento, per incontrare a affrontare ancora una volta, dopo tanti anni, l’ombra della donna che ha stravolto le loro esistenze. Ma nulla è come appare. I fantasmi del passato riemergono in un vortice di incubi e ricordi, e solo chi saprà riconoscere il vero volto della propria ossessione potrà aspirare alla redenzione.
    Una storia cupa e sanguinaria, in bilico sull’orlo degli abissi in cui custodiamo i segreti dell’anima, della coscienza, del cuore.

     

    “Nicola Lombardi fa centro ancora una volta, ma del resto non ci aspettavamo un risultato diverso.[…]Madre Nera, è sicuramente un romanzo da leggere e noi del club delle lettrici compulsive lo consigliamo vivamente.” – IL CLUB DELLE LETTRICI COMPULSIVE

    “è stato il primo romanzo che ho letto di questo autore e mi ha stupito, in positivo, per il suo stile di scrittura, per la sua poesia, gotica e macabra, nel descrivere le vicende.”
    Sogno Tra i Libri